Isole Pelagie

Lampedusa, Linosa e Lampione

Lampedusa, Linosa e Lampione sono i tre diamanti del Mediterraneo che compongono l'arcipelago delle Isole Pelagie. Limite estremo dell'Italia, grazie alla loro vicinanza con la Tunisia sono il punto d'incontro privilegiato della cultura europa e di quella africana.
La loro ricchezza è racchiusa nello splendore dei paesaggi e delle acque che li lambiscono. Per questo sono apprezzate dai turisti di tutto il mondo che amano fare immersioni o escursioni in barca. Non da meno è anche la possibilità di rilassarsi al sole e bagnarsi nelle acque cristalline del mare, per una vacanza di totale relax.


Lampedusa
Lampedusa è la maggiore delle Isole Pelagie e comprende, oltre all'isola principale, anche l'Isola dei Conigli, uno dei pochi siti in cui le tartarughe caretta caretta depongono ancora le uova.
È caratterizzata da coste alte e frastagliate che racchiudono baie e piccole spiagge di finissima sabbia che si aprono su un mare cristallino dalle mille sfumature, dal turchese al verde smeraldo.
L'interno dell'isola è invece prevalentemente roccioso e desertico.
La fauna terrestre è limitata a poche specie, ma la vera ricchezza di Lampedusa è nelle sue acque. Il mondo sommerso è pieno di vita e colore, grazie alla presenza di aragoste, cernie, murene e pesci pappagallo. Non è raro poi in queste acque avvistare i delfini e alcune specie di balene, tra cui la balenottera comune, la balenottera minore e il capodoglio. Per questo è una meta molto apprezzata dagli appassionati di immersioni.


Linosa
Linosa è un'isola di origina vulcanica, il cui aspetto è caratterizzato dalla presenza di tre crateri ormai inattivi. Le coste di origine lavica sono frastagliate e si aprono in piccole spiagge di sabbia nera. I pochi abitanti sono concentrati in un unico insediamento, in corrispondenza del porto, che si presenta con tipiche casette color pastello.
È un vero e proprio paradiso per i sub, che da qui possono partire alla scoperta dei meravigliosi fondali popolati dalla fauna marittima tipica di queste acque (come Lampedusa).
Per chi preferisce restare sulla terra, si possono fare escursioni all'interno, scalando i monti vulcanici (il maggiore è Monte Vulcano di 195 metri) o percorrendo le mulattiere a dorso d'asino.


Lampione
Lampione è la più piccola delle Isole Pelagie e oggi è totalmente disabitata. L'unico segno della presenza umana è un faro automatico, a cui l'isola deve il suo nome. È possibile raggiungere l'isola in barca, grazie a un piccolo attracco adatto solo a piccole imbarcazioni. Da qui poi si può prendere un sentiero fino al faro.