Porto Empedocle

La Vigata di Andrea Camilleri

Porto Empedocle nacque come approdo marittimo di Agrigento durante la dominazione greco-romana. Il porto dell'antica città fu collocato in precedenza alla foce del fiume Akragas, ma successivamente alla decadenza di questo Emporium, avvenuta probabilmente dopo l'invasione araba, si preferì far attraccare le navi alla spiaggia dove oggi sorge Porto Empedocle. Il porto venne usato per attività commerciali, prima con il Nordafrica poi, a seguito della conquista normanna, anche con i più importanti porti italiani.
Durante il periodo svevo, il porto mantenne il suo prestigio e ottenne diversi privilegi. Nel XVI secolo, la città cadde in crisi a causa di alcune epidemie, per questo Carlo V, per difendersi dalla flotta turca che stava infestando tutta la costa meridionale della Sicilia, ristrutturò l'antica torre, costruita a difesa del caricatore di Agrigento. 


Agli Austriaci subentrarono i Borboni di Sicilia che decisero la costruzione di un vero porto alla marina di Girgenti, con strutture in muratura, là dove prima era stato utilizzato sempre il legno.


Porto Empedocle diventa un comune
Nel 1853, Ferdinando II decretò l'erezione a Comune autonomo della borgata e gli diede il nome di Molo di Girgenti. Dieci anni dopo, il 4 gennaio 1863, Re Vittorio Emanuele II autorizzò il Comune del Molo di Girgenti ad assumere la denominazione di Porto Empedocle, in onore del filosofo agrigentino Empedocle.


Porto Empedocle oggi
Il porto è ancora oggi un punto di approdo importante per sua la posizione ottimale, vista la vicinanza con la miniera di salgemma di Realmonte, per la città di Agrigento con i suoi maestosi templi e perché è l'unico porto che collega le Isole Pelagie alla terraferma con traghetti e aliscafi giornalieri. Dall'aprile 2003 il comune di Porto Empedocle ha assunto la denominazione ufficiale di Vigata, dal nome immaginario attribuito al paese dallo scrittore Andrea Camilleri, nativo del paese, nei romanzi e racconti aventi come protagonista il Commissario Montalbano.
Le sue lunghe spiagge di sabbia finissima e il suo mare cristallino sono luogo ideale per gli amanti della natura, del relax e degli sport acquatici sia subacquei che da spiaggia.